Ratzinger vs Saviano: 1 – 0

Dopo l’annuncio a sorpresa delle dimissioni di Joseph Ratzinger si é ovviamente scatenata la tempesta mediatica sulle ragioni del gesto.

Tutti hanno scritto di tutto e naturalmente molte delle storie lette in rete rientravano per tradizione nella categoria dei complottismi idioti.  Ho letto anche di un mandato di arresto internazionale per Ratzinger oppure in questo  sito vicino al movimento di Ingroia  leggiamo: “ Il teologo tedesco, l’uomo che in gioventù era stato anche nella guardia hitleriana”.

Nella mia mente questa tipologia di “pensieri liberi di rete” sono catalogati direttamente come “Stronzate”. Non sono un credente ma questa violenza verbale e questa ignoranza diffusa contro la figura del Papa mi rattrista e mi fa rabbia. Se non si é in possesso di evidenze certe sarebbe forse il caso di evitare certi commenti che non aggiungono nulla di positivo all’argomento, anzi.

Queste “notizie” vengono immediatamente inviate nel “cestino” del mio cervello ma sfortunatamente mi sono capitati sotto gli occhi alcuni commenti inappropriati provenienti purtroppo da persone che ritenevo piú intelligenti.

Il primo esempio é di Ivan Scalfarotto, candidato del PD in Puglia e omosessuale attivista. Su Il Post spiega come le dimissioni del Papa siano “chiaramente” una mossa strategica per poter controllare comunque la Chiesa dalle retrovie.. mah… chiaramente, certo certo.

Capisco che Scalfarotto sia stato personalmente e giustamente offeso dalle parole del Papa sugli omosessuali ma se vuole continuare la sua giusta battaglia per i diritti civili dovrebbe forse evitare commenti poco seri da “checca isterica”.

Ieri il secondo e piú grave esempio di commento fuori luogo. Ascoltavo la Zanzara e vengo a sapere che Roberto Saviano ha scritto sulle dimissioni del Papa:

“Scelta umana o altro? Cosa pensate sia accaduto in Vaticano? Ho la sensazione istintiva, leggendo le parole del Papa, che sia soffocato e voglia ripararsi. Se fosse così, per la prima volta, sento di aver un moto di tenerezza verso questo Pontefice. O forse è malato, come dicono altre voci? Mi dispiacerebbe se queste dimissioni, rese pubbliche ora e non dopo la formazione di un governo, fossero strategiche per la campagna elettorale: mostrare la fragilità della Chiesa per chiedere compattezza al voto cattolico. Sarebbe terribile se fosse così. Come la vedete voi?”

Non ho capito:” Mi dispiacerebbe se queste dimissioni, rese pubbliche ora e non dopo la formazione di un governo, fossero strategiche per la campagna elettorale: mostrare la fragilità della Chiesa per chiedere compattezza al voto cattolico.

Voto cattolico? Saviano sei veramente convinto che esista ancora una compattezza del voto cattolico? e verso quale partito politico andrebbe questa compattezza?

Saviano dimostra come al solito di essere un bravo scrittore ma un pessimo pensatore politico. Quando si sposta nel “libero pensiero” dimostra tutti i suoi limiti che sono spesso ideologici. Rientra purtroppo anche lui nel triste mondo del giornalismo complottista che usa piccoli aneddoti per distribuire sentenze universali. La sua esperienza di giornalista dovrebbe rimanere limitata alla sola sfera camorristica in cui riesce ad essere un discreto cronista. Al di fuori e specialmente in ambito politico economico certe sue affermazioni dimostrano invece che, come spesso accade nel giornalismo italiano, le tesi si appoggiano su sensazioni e mai su prove concrete …. Sbagliato Saviano molto sbagliato.

Preferisco non commentare l’incommentabile ma Saviano é nel bene o nel male un personaggio Italiano di spicco e sarebbe forse piú indicato evitare commenti che lo avvicinano piú a Grillo (come comicitá) che a Idro Montanelli a meno che non abbia deciso di cambiare radicalmente carriera.

 



          
Ver. 1.3
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *