Finalmente l’Italia prima in classifica: L’indice di corruzione 2014

cg8jan4yyt_corruption_1 In questo periodo (ma non solo) la corruzione sembra andare sempre piú di moda. Dopo gli ultimi scandali questo post non sposterá di molto le vostre convinzioni ma molto probabilmente confermerá quello che giá sapevate.

L’Italia ha grossi problemi ma sono convinto che il problema non siamo noi Italiani ma il nostro sistema pubblico che é la rovina e il cancro del paese. Le sue dimensioni hanno ormai raggiunto un livello tale per cui i suoi costi (in costante aumento) sono insostenibili mentre i suoi servizi sono in precipitoso peggioramento. In aggiunta a questo negli ultimi anni sembra che la corruzione del sistema sia incrementata rispetto al passato. Mi ero illuso che tangentopoli fosse il picco di comportamenti politici sbagliati invece tristemente mi sono accorto che era solo l’inizio.

L’Amministrazione pubblica é alla deriva piú completa. Non riesce a controllare le sue spese perché non ha mai investito in sistemi informatici in grado di raccogliere i dati delle varie amministrazioni pubbliche nazionali, regionali e locali. Non si investe in controlli incrociati perché semplicemente non si vuole. Se devo pensare male direi che senza controlli incrociati sulle spese diventa facile mettere in atto sistemi consolidati di corruzione come quelli visti a Roma.

Il bel lavoro della nostra Amministrazione Pubblica ha quindi portato l’Italia a brillare finalmente in una classifica mondiale, quella della corruzione. Qui di seguito la classifica completa dell’indice di corruzione 2014 stilata da Transparency International, un’organizzazione indipendente presente in piú di 100 paesi che si occupa delle problematiche relative alla corruzione.

Da questa classifica ho estratto la classifica relativa alla sola Europa:

Corruption Index 2014 EU

Eccoci lí al penultimo posto a contenderci il primato Europeo della corruzione insieme a Romania, Grecia e Bulgaria. Non male per la 3/4 economia Europea.

A livello mondiale siamo al 69o posto con un differenziale di:

  • 57 posizioni rispetto alla Germania (12a)
  • 55 rispetto all’Inghilterra (14a)
  • 43 rispetto alla Francia (26a)
  • 32 rispetto al Portogall (31o)
  • 37 rispetto alla Spagna (37a)

La nostra posizione oltretutto é peggiorata rispetto al 2012 segno che il degrado non cenna a fermarsi.

I commenti sono superflui ma vorrei solo puntualizzare un’altra cosa a costo di ripetermi:

Sempre colpa dell’Euro o di Frau Merkel? Siamo proprio sicuri?

 

 

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.