I Mulini a vento e la denuncia al Bilderberg. Ovvero le battaglie per i veri problemi del paese.

Don_Chisciotte_contro_i_mulini_a_ventoAbbiamo ormai raggiunto il ridicolo.

Mi ero quasi convinto che alcuni personaggi fossero isolati e non rappresentassero un pensiero comune e invece mi sbagliavo. Se da una parte mi lamento di Senatori come Razzi e Scilipoti colpevoli di dimostrare troppo spesso la loro inutilitá, dall’altra non posso chiudere gli occhi su alcuni componenti del M5S.

Nello specifico: Claudio Cominardi, Paolo Bernini, Carlo Sibilia, Alessio Villarosa, Tiziana Ciprini e molti altri che credo condividano queste idiozie. Ebbene Sí, idiozie, non ci sono altre definizioni per queste idee.

Ma vediamo cosa é successo nello specifico.

La mia migliore sorgente informativa Italiana rimane come sempre la Zanzare che nella sua finta pazzia mi rifornisce di molti spunti interessanti. Nella puntata del 24 Luglio durante un’intervista con l’Avvocato Alfonso Luigi Marra scopro di una denuncia alla Procura di Roma verso il Gruppo Bilderberg da parte di un non ben noto Comitato Popolo Sovrano e alcuni Parlamentari del M5S. La delegazione era guidata appunto dalla Parlamentare Tiziana Ciprini che ne rivendica appunto l’atto anche sullla sua pagina di Facebook.

Rimango sconvolto. Non credevo si potesse arrivare a tanto.

L’Avvocato Alfonso Marra   é stato per un certo periodo sulle cronache per essersi accompagnato alla Show Girl Sara Tommasi  e Domenico Scilipoti per aver portato avanti battaglie sul Signoraggio Bancario. L’Avvocato risulta essere un estremo difensore di molte tesi complottiste ed ecco perché la notizia é uscita durante la sua intervista.

Ma torniamo all’argomento principale della denuncia perché nella sua presunta inutilitá nasconde un aspetto alquanto preoccupante perché coinvolge dei Parlamentari Italiani. Le mie continue critiche sull’operato del M5S sono dettate dal fatto che viene sempre piú spesso dimostrata una certa impreparazione a riguardo di molte battaglie che vengono portate avanti. Negli ultimi giorni per esempio il testa a testa Renzi M5S sulla legge elettorale ha dimostrato quanto le idee non siano molto chiare e la conoscenza delle complesse regole elettive che stanno dietro al sistema, molto scarsa. Come sempre si urla, si dice che si propone un’alternativa ma alla fine non c’é nulla di concreto poiché mancano le capacitá di formulare alternative valide e strutturate. Le proposte che si dichiara di avere sono invece incomplete e non utilizzabili. Scrivere leggi non é affatto semplice come puó sembrare dall’esterno. Spesso l’impreparazione viene inoltre utilizzata dalla controparte per giustificare le proprie proposte.

Il tutto é ampiamente giustificabile causa la complessitá del sistema Italia  ma chi si fa carico di essere la soluzione a tutti i problemi dovrebbe anche prendersi in carico le proposte invece di invocare i cambiamenti senza essere in grado di proporli.

Ovviamente non sto dicendo che tutti gli altri Parlamentari abbiano capacitá molto diverse. Penso invece che il Parlamento sia strapieno di casi vergognosi e i membri del M5S sono in alcuni casi piú preparati rispetto a molti dubbi individui. Il problema sta peró nell’organizzazione alle spalle dei partiti che li aiuta nella formulazione di una proposta di legge. Il M5S pensa che la condivisone in rete sia sufficiente ma i risultati lo smentiscono chiaramente.

In questo specifico caso invece non mi preoccupano tanto le capacitá o le conoscenze dei singoli ma mi sconvolge il completo distacco dalla realtá di alcune persone. Il fatto che queste persone siano anche dei Parlamentari della Repubblica Italiana infatuati dei complotti ad ogni angolo mi sconvolge.

Non entro nel merito del Bilderberg poiché ne ho giá scritto altrove ma sul fatto che alcuni Parlamentari Italiani possano dare un valore a tali argomenti e che si permettano di dedicare tempo per un atto formale in Procura.

Proprio durante lo streaming sulla legge elettorale Renzi veniva accusato di trascurare i reali problemi del paese. Lungi da me il desiderio di difendere Renzi ma mi domando con quale faccia si possa affermare una cosa del genere e nello stesso tempo avere dei Parlamentari che denunciano il Bilderber? IL BILDERBERG?

Parlamentari che :”… presentano una  denuncia a carico dei presunti cospiratori appartenenti al Gruppo Bilderberg, tra cui Monti, Draghi, Van Rompuy, Barroso & co, per la presunta violazione della Legge Anselmi sull’associazionismo”. Ma di cosa stiamo parlando?

Paolo Bernini é un Parlamentare che aveva giá dichiarato che negli Stati Uniti si impiantavano i Microchip sottocutanei per controllare le persone. Carlo Sibilia invece un Parlamentare che se la prendeva con la banca centrale  e il signoraggio per poi passare alle scie chimiche degli aerei. Esempi di pessima istruzione ma sopratutto di qualcuno che rovina l’intera immagine del M5S.

Signori miei ma se voi vi lamentate  di Razzi, Scilipoti e dei soldi che sprechiamo coi loro stipendi ma perché io non posso invece vergognarvi di come voi “cittadini” sprecate i miei soldi e intasate il sistema giudiziario con queste stupidaggini?

Perché se vi chiamo idioti sono io che non capisco? Perché se non vi capisco sono per forza io l’ignorante?

Sarebbe bello vedere un pó di pulizia all’interno del M5S ma credo che queste anomalie siano invece parte del DNA stesso.

La strada verso un mondo migliore non é poi cosí complessa… é difficile ma non é sicuramente la battaglia con i mulini a vento che portate avanti voi.

3 thoughts on “I Mulini a vento e la denuncia al Bilderberg. Ovvero le battaglie per i veri problemi del paese.

  1. Come se non fosse sacrosanto denunciare quei massoni globalisti, è il minimo… E dei veri problemi del Paese i Cinque Stelle sono gli unici che se ne stanno occupando al contrario dei vostri partiti sanguisuga. Gli unici che si tagliano gli stipendi, rinunciano a privilegi e fanno proposte continuamente bocciate dai partiti, come quella di cacciare i condannati dal Parlamento o tagliare gli stipendi d’oro dei parlamentari (bocciata proprio ieri). Per non parlare di quelle sul lavoro, l’economia… tutte respinte. Scrivete tante falsità, la solita disinformazione di regime. Non mi meraviglio se siamo al 77° posto per libertà di stampa…

    • Mi spiace deluderla, ma purtroppo i 5S non si stanno occupando dei “veri” problemi del paese e la prova é proprio il fatto che ci si concentra sui “costi della casta” e non sulle riforme che servirebbero all’Italia. I privilegi della politica sono senza dubbio un problema ma fondamentalmente piú etico che pratico visto che non spostano la bilancia della spesa Italiana. Sull’informazione “di regime”… beh Io sono solo una persona che per hobby scrive su questo blog e nulla di piú. Esprimo i miei pensieri che per la maggior parte delle volte si appoggiano sui numeri anziché su concetti astratti. Non sono né controllato né di regime e onestamente ho scritto abbastanza critiche sull’attuale operato del governo. Questa propensione ad accusare di ignoranza chiunque non é d’accordo con il movimento é il segno piú evidente di una diffusa ignoranza. Sono sicuro che se le chiedessi quanto pesano gli stipendi dei parlamentari sul totale della spesa pubblica non saprebbe rispondermi…. ah dimenticavo questa storia dei tagli agli stipendi é un pó vecchiotta … o meglio: Tagliarsi lo stipendio ma poi prendere tutti i rimborsi direi che fa un pó ridere. Ma ognuno ha la sua definizione di veritá sopratutto in Italia dove se qualcuno dice che 1+1 fa 3 diventa un leader visionario. Buona fortuna.

  2. Pingback: Riflessioni e analisi sul Referendum: fra politica e realtá | Itaka

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *